Articoli allenamento, Videogiornale Body&Soul

Finalmente ci siamo, il grande momento è arrivato e finalmente posso presentare il libro Protocollo Ibrido HD/ZT.

Dopo anni ed anni di prove, studi e pratica ho finalmente sviluppato quello che io chiamo l’evoluzione dell’Heavy Duty di Mike Mentzer e dello Zone Training di Brian Johnston: il Protocollo Ibrido HD/ZT.

L’idea ha iniziato a prendere forma alcuni anni fa quando iniziai a provare ad allenarmi con la tecnica ad Alta Intensità sviluppata dal tecnico canadese Brian Johnston: lo Zone Training.

Questa tecnica, nonostante fosse ascrivibile all’Alta Intensità si differenzia in molte cose dall’Heavy Duty di Mike Mentzer rendendo quindi la metodica complementare.

Complementare perché quello che nell’Heavy Duty non viene tenuto in conto come uno dei fattori importanti nello stimolo della risposta anabolica sistemica, nello Zone Training invece diventa la base stessa della struttura di allenamento: il pompaggio.

Ma non solo, nell’ HD l’enfasi del lavoro è sulla pacia centrale del muscolo ( dove si ha la maggior concentrazione di fibre muscolari ), nel ZT l’enfasi si sposta sulle estremità del muscolo nei punti di inserzione ed origine dei tendini.

Ci sono poi altre cose estremamente interessanti che rendono le due tecniche complementari e che descrivo nel video qui di seguito.

Iniziai quindi ad ibridare le due tecniche, stando però ben attento a strutturare il tutto in maniera da renderlo ” Alta Intensità compatibile “.

Il risultato finale è stato il libro Protocollo Ibrido HD/ZT, una vera e propria nuova tecnologia di allenamento che prende il meglio dalle due appena citate ( Heavy Duty e Zone Training ).

Ricordo inoltre a tutti coloro che da tempo mi seguono che alla HITA ( High Intensity Training Academy ) tutti gli anni vengono realizzati corsi, seminari e convention su alimentazione, integrazione e allenamento, sempre e solo in chiava HIT ( High Intensity Training ).

Tutti coloro che fossero interessati possono dare un’occhiata al programma dei corsi presente nel Menu di questo sito o inviare una mail in privato direttamente dalla sezione CONTATTI.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *