Articoli alimentazione

Sappiamo che gli animali, nel loro habitat naturale, non diventano obesi. Gli uomini, al contrario si. Com’è possibile questo?

In natura, la sopravvivenza e la riproduzione degli animali non sarebbe possibile se questi fossero obesi. I predatori non sarebbero in grado di attaccare con tanta rapidità ed efficacia. Le prede non potrebbero fuggire a gambe levate dai predatori. Un animale obeso perderebbe nella competizione con i suoi simili per l’accoppiamento.

Per queste ragioni e altre ancora, l’obesità, in condizioni naturali non può essere una condizione sostenibile. Gli animali selvatici si nutrono attraverso una dieta specie specifica, perfettamente adatta al loro set genetico.

Perché gli esseri umani sono obesi?

Gli umani, al contrario, diventano obesi.

Noi non viviamo in un ambiente in cui le persone obese sono costrette a correre più veloci dei propri predatori naturali, o a inseguire le proprie prede: è così che l’obesità non viene penalizzata tanto quanto in natura.

Mentre è assai bassa la probabilità che questa situazione cambi in fretta (molte persone non desiderano nemmeno cambiarla), va tuttavia sottolineato che ciò che è vero per gli animali selvaggi è altrettanto vero per noi.

Gli esseri umani diventano obesi, o potenzialmente lo possono diventare, perché mangiano cibi non in accordo con il loro set genetico (cibo non specie specifico).

Vivere e mangiare in un ambiente artificiale

Noi viviamo in un ambiente artificiale e mangiamo cibo artificialmente prodotto. Pieno di composti artificiali preparati dall’industria chimica, o con nutrienti estremamente concentrati che in natura non esistono. Zuccheri, cereali raffinati, oli ricavati dai semi: tutta roba non adatta al nostro sistema biochimico che in natura si è evoluto con altri tipi di alimenti.

La soluzione all’obesità è, in parte, quella di nutrirci in maniera congeniale ai nostri geni: cibi grezzi, non raffinati, minimamente elaborati industrialmente. Comunque, non alimenti processati o minimamente processati.

A proposito di geni: alcuni geni sappiamo che favoriscono l’obesità rispetto ad altri. Ad esempio, il gene Obesità-Associato (FTO) è dimostrato essere in relazione con l’aumento del 70% del rischio di obesità. (Frayling, Timoty 2007 M. “A common variant in the FTO gene is associated with body mass index and predisposes to childhood and adult obesity” Science (2007).

Ho trovato la cosa interessante e ho iniziato a guardare alcuni screen genetici relativi a persone che avessero una copia di questo gene, la cosa interessante è che coloro che conducono uno stile di vita sano (alimentazione e allenamento), anche se hanno il gene non diventano obesi.

Come già risaputo la predisposizione in genetica per palesarsi necessita di un ambiente adatto…cambi l’ambiente e la predisposizione diventa semplicemente una delle tante probabilità. Il cibo è probabilmente il fattore ambientale più importante. I geni interagiscono sempre con l’ambiente.

Sempre più obesi

Il tasso di obesità è aumentato drasticamente negli ultimi decenni. Non sono cambiati i geni: è cambiato l’ambiente.

La soluzione all’obesità implica un cambiamento dell’ambiente, in quanto è estremamente complicato cambiare i geni (e comunque, anche in presenza di una pressione ambientale adatta, lo si fa in svariata generazioni).

Modifica il tuo ambiente e rendilo “biologicamente adeguato” ed in linea con ciò che è per noi naturale come specie e vedrai che l’obesità scomparirà. Ci sono altri fattori ambientali che influiscono sull’obesità, come ad esempio: il sonno, l’esposizione alla luce e al Sole, l’attività fisica, le variazioni di temperatura, e altri ancora … ma il cibo è di sicuro quello più importante.

Quando mangiamo, letteralmente portiamo l’ambiente esterno nei nostri corpi, quindi attenzione a quello che mettiamo in bocca se, nel lungo periodo, non ne vogliamo pagare le conseguenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *