Articoli vari

La Miostatina inibisce sia la crescita che l’aumento di massa muscolare. Inibire la Miostatina, sia a livello genico che inibendone gli effetti sull’organismo, normalmente si traduce in una marcata crescita muscolare ( ipertrofia ).

I primi articoli sulla Miostatina furono pubblicati nel 1997 in uno studio che descriveva l’aumento di ipertrofia muscolare in topi mancanti di questa proteina ( McPherron AC, Lawler AM, Lee SJ. ). Più tardi in quello stesso anno fu riportato che la mancanza di Miostatina era la diretta responsabile dello sviluppo eccezionale di alcune razze di bovini.
Dal momento che la ricerca sulla Miostatin ha confermato il suo ruolo nella regolazione dello sviluppo della massa muscolare, nella degenerazione del tessuto muscolare e nella regolazione del grasso corporeo, con la Miostatin direttamente collegata all’aumento dei depositi di tessuto adiposo (Artaza JN, Bhasin S, Magee TR, et al ).
Miostatina e crescita muscolare
Come la Miostatina influenza la crescita muscolare
Diminuzione dei livelli di Miostatina si concretano in un aumento di massa muscolare e diminuzione del grasso corporeo. E’ interessante notare che alcuni Top body builders sono riusciti attraverso modalità differenti a diminuire le produzioni di Miostatina, tutti questi atleti hanno raggiunto eccezionali livelli di sviluppo muscolare, sicuramente imputabili, almeno in parte, all’inibizione di questa proteina.
Vari gradi di inibizione naturale della Miostatina, imputabili al normale polimorfismo genetico, probabilmente sono in grado di spiegare alcune delle differenze riscontrabili nell’ipertrofia muscolare e nell’abilità di ottenere sostanziali aumenti di massa muscolare di alcuni atleti.
Un esempio estremo di quanto appena detto lo si ritrova nella letteratura medica in relazione ad un bambino nato a Berlino in cui si è persa, per mutazione, la funzione del gene che sintetizza la Miostatina (Schuelke M, Wagner KR, Stolz LE, Hubner C, Riebel T, Komen W, Braun T, Tobin JF, Lee SJ. ).
A 4,5 anni, viene riportato che il bambino si presenta come un mini-body-builder, con marcata crescita della massa muscolare e bassi livelli di grasso corporeo. Ha sette mesi l’ipertrofia muscolare era tale da essere visibile ad occhio nudo a livello del quadricipite e del polpaccio.
In uno studio recente fatto sulla nota razza bovina Belgian Blue, la biopsia muscolare ha rivelato che la mancanza del gene della Miostatina ha provocato un’alterazione della composizione delle fibre muscolari del muscolo. L’analisi dimostrò un aumento in proporzione delle fibre veloci di tipo II a scapito delle fibre lente di tipo I ( Bouley J, Meunier B, Chambon C, De Smet S, Hocquette JF, Picard B ).
Una funzione importante della Miostatin e quella di inibire la crescita delle cellule satellite. In questo modo ci si può aspettare che l’assenza di Miostatina sia implicata nel velocizzare la rigenerazione muscolare. Questo sembra essere vero e confermato da alcuni studi su danni muscolari acuti e cronici ( Kirk S, Oldham J, Kambadur R, Sharma M, Dobbie P, Bass J. ). Per esempio, i muscoli di animali che non producono Miostatina una volta danneggiati si rigenerano più velocemente di quelli di animali contenenti normali quantità di Miostatina (Wagner KR, Liu X, Chang X, et al. ).
Ricordo a tutti coloro che da tempo mi seguono che alla HITA ( High Intensity Training Academy ) ogni anno vengono realizzati corsi, seminari e Convention in chiave HIT ( Alta Intensità ) su allenamento e alimentazione nel Bodybuilding, è possibile dare un’occhiata ai programmi dei vari corsi aprendo la sezione “Corsi HITA” di questo sito. o contattandomi direttamente attraverso una Mail privata dalla sezione CONTATTI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *