Articoli vari

Ho passato tutta una vita definendomi un ricercatore avanzato nel campo del cambiamento della composizione corporea attraverso allenamento, integrazione e dieta.
Oggi è stato coniato un nuovo termine per definire ed inglobare quello che da sempre faccio: Biohacking.

Un Biohacker è sostanzialmente una persona ( o gruppo di persone ) che in diversi modi cerca di migliorare le performance fisiche e mentali nella nostra specie, ma non solo, i Biohackers sono anche gruppi di scienziati o semplici studiosi ( chimici, biochimici, biologi, biofisici, etc.. ) sparsi intorno al mondo che, in laboratori “clandestini”, sperimentano senza essere soggetti a tutte le normative asfissianti a cui la nostra agonizzante civiltà occidentale ci ha sottoposto.

In effetti possiamo paragonare il movimento mondiale di Biohacking a quello che successe negli anni ’70 dello scorso secolo nel campo dell’informatica: migliaia di ragazzi che dai loro garage hanno sviluppato gli Hardware e i Software che oggi stanno cambiando il mondo.
Lo stesso Bill Gates ha affermato che se oggi avesse 20 anni sarebbe un Biohacker.
Ma torniamo a quello che faccio da molti anni.

Ogni giorno spendo circa 4 ore in diverse letture, una parte di esse sono scientifiche, sistematicamente controllo gli studi sugli argomenti correlati al mio lavoro in Pubmed, li riordino e, se trovo qualche cosa interessante, cerco di approfondire l’argomento recuperando quante più informazioni possibili all’interno delle varie pubblicazioni scientifiche disponibili sull’argomento.
Dopo aver fatto una valutazione sulle modalità con cui sono stati effettuati gli esperimenti e raccolti i dati decido se un lavoro sia stato ben fatto o se semplicemente, come spesso accade, non esiste un rapporto di causalità diretta tra le conclusioni riportate e le modalità con cui sono stati raccolti i dati ( vedi China Study ).
Se lo studio, ad esempio su di una nuova molecola, oppure un protocollo di allenamento o ancora l’effetto di un determinato nutriente ( proteine, carboidrati e grassi ) su di una data via metabolica, è stato ben fatto e ce ne sono altri a conferma inizio a sviluppare un protocollo di sperimentazione che poi proverò su di me e pochi altri miei collaboratori diretti che hanno partecipato a loro volta allo sviluppo del protocollo o semplicemente si trovano d’accordo con le mie conclusioni.

In questo modo è nato il Protocollo Ibrido HD/ZT ( evoluzione dello Heavy Duty di Mike Mentzer ), la tecnologia alimentare per la massa che porta al minimo la formazione di nuovo grasso ( neo-adipocito-sintesi ): la Dieta Fasica e la serie di integratori che ho formulato per aumentare la Biogenesi mitocondriale ottimizzando la perdita di grasso, diminuendo l’accumulo di radicali liberi nella cellula e stimolando la risposta delle Sirtuine in modo da ottimizzare e ritardare il più possibile i processi di invecchiamento nella nostra specie.
L’integratore a cui invece sto lavorando ora è studiato esclusivamente come supporto alla dieta di definizione in quanto agisce su due fattori chiave durante un lungo periodo di dimagrimento: stabilizza l’umore ( potente azione antidepressiva ), e sopprime la fame ( buona azione anoressizzante ).
Dal momento che non ho ancora pensato al nome di questo nuovo integratore lancio ufficialmente dalla mia Newsletter una richiesta di aiuto in tal senso ai miei tanti seguaci ( puoi rispondere direttamente a questa e-mail con i tuoi suggerimenti ).

Ad oggi il mio lavoro di Biohacker ( amo questo termine, forse starò diventando un po’ esterofilo? ) mi ha permesso di letteralmente trasformare la mia vita e quella di centinaia di altre persone rallentandone l’invecchiamento, migliorandone la composizione corporea e, per ultimo, ma non meno importante, ottimizzandone le facoltà mentali.
Ci sono molti miei clienti, imprenditori e/o liberi professionisti che, arrivando nel mio studio, mi chiedono esplicitamente non solo di essere seguiti nel dimagrimento e nell’aumento di massa muscolare, ma anche e soprattutto nel miglioramento della capacità di mantenere la concentrazione per lunghi periodi di tempo, di velocizzare il pensiero e aumentare i livelli generali di Testosterone ( ormone che sia nell’uomo che nella donna modula la concentrazione e la determinazione, ma non solo… ).
Non è ormai raro che molti miei clienti dimostrino 10 anni di meno rispetto a quanto riportato sulla loro carta d’identità.

Viviamo in un momento storico eccezionale dove la scienza, insieme al libero accesso alle informazioni, risulta disponibile a chiunque abbia un Background culturale sufficiente per poter filtrare e mettere nella giusta prospettiva e sequenza il mare di nozioni disponibili.
La differenza tra un tecnico ( Biohacker ) di successo ed un semplice manovale del Fitness ( come io definisco la maggior parte delle persone che lavorano nel mio settore, nessuno se la prenda a male, è una semplice definizione gerarchica ) sta nella capacità di pensare fuori dagli schemi, di non compartimentare la cultura come ci hanno insegnato a fare a scuola, di non pensare alle qualifiche, ma di acquisire competenze ( cosa assai diversa ).
Non lasciatevi dire mai da nessuno cosa dovete fare o cosa sia possibile fare in base alle vostre qualifiche, siate creativi e non lasciatevi compartimentare, la cultura e la creatività non hanno confini.

Keep On Pumpin’

Il vostro Biohacker di fiducia

Enrico Dell’olio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *