Articoli vari

Dissociazione tra gli effetti indotti dall’insulina

sul glucosio ed il metabolismo proteico

Articolo tratto dal Libro: La Dieta Fasica di Enrico Dell’olio

Insieme alla captazione del glucosio e degli amminoacidi anche la sintesi proteica aumenta.

In maniera simile, l’uso di acidi grassi come substrato energetico primario aumenta dopo l’esercizio dal momento che la risintesi di glicogeno è prioritaria rispetto all’uso dello stesso nella produzione aerobica di energia.

Comunque, a mano a mano che fegato e muscoli vengono riempiti di nuovo glicogeno, la sensibilità insulinica e la captazione di amminoacidi diminuiscono, così come la sintesi proteica e l’uso di acidi grassi come fonti energetiche primarie.

Non consumare carboidrati quando i livelli insulinici sono alti, in seguito ad una sessione di allenamento intenso, si concreta in un maggior utilizzo di acidi grassi a scopo energetico, mentre, allo stesso tempo, mantenere i livelli di glicogeno muscolare sotto i livelli di saturazione e contemporaneamente aumentare il consumo di amminoacidi, si traduce in una sintesi proteica più elevata per un periodo prolungato di tempo.

In parole povere, limitando la risintesi di nuovo glicogeno muscolare possiamo prolungare la sintesi proteica derivante da alti livelli di insulina e diminuire l’effetto negativo dell’insulina in presenza di glucosio sull’utilizzo dei grassi a scopo energetico.

Sebbene venga ritardata la sintesi del glicogeno, viene mantenuta inalterata la capacità di ripristinare rapidamente le scorte dello stesso una volta iniziata l’introduzione di carboidrati. Questa mancata capacità di risintesi del glicogeno può persistere per molti giorni se la concentrazione di glicogeno muscolare viene mantenuta sotto i normali livelli fisiologici attraverso una restrizione nell’uso dei carboidrati.

Mantenendo un basso consumo di carboidrati mentre assumiamo un apporto calorico e proteico alto subito dopo l’allenamento, può tradursi in un aumento notevole, per un lungo periodo temporale, della sintesi proteica, incrementando esponenzialmente l’effetto anabolico derivante dall’allenamento (Cartee GD, Young DA, Sleeper MD, Zierath J, Wallberg-Henriksson H, Holloszy JO ).

Uno studio recente ha guardato agli effetti su insulina e ossidazione dei grassi derivanti dalla non somministrazione di carboidrati dopo l’allenamento, mantenendo l’apporto calorico costante.

Lo studio ha messo in luce che un deficit di carboidrati dopo un allenamento si concreta in una maggior ossidazione dei grassi e una migliore sensibilità cellulare all’insulina. La sensibilità insulinica era proporzionale al grado di carenza dei carboidrati, ossia, più tempo non venivano somministrati carboidrati e maggiore era la sensibilità insulinica ( Holtz KA, Stephens BR, Sharoff CG, Chipkin SR, Braun B ).

Ricordo a tutti coloro che da tempo mi seguono che alla HITA ( High Intensity Training Academy ) ogni anno vengono realizzati corsi, seminari e Convention in chiave HIT ( Alta Intensità ) su allenamento e alimentazione nel Bodybuilding, è possibile dare un’occhiata ai programmi dei vari corsi aprendo la sezione “Corsi HITA” di questo sito. o contattandomi direttamente attraverso una Mail privata dalla sezione CONTATTI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *