Aerobica, testosterone, antiaging ed anziani

Articoli anti aging

Molti uomini risentono di un significativo calo dei loro livelli di testosterone una volta superati i 40 anni. Le ragioni sono molte: cambiamenti nella funzionalità dei testicoli, l’impossibilità delle cellule di Leydig (sito in cui avviene la sintesi di testosterone) di essere stimolate dall’ormone luteinizzante prodotto dalla ghiandola pituitaria e l’incremento dei livelli ematici di globulina legante l’ormone sessuale, che si lega al testosterone attivo. Tutto ciò fa si che un’uomo di 70 anni in media produce il 40% in meno di testosterone rispetto ad un ventenne.

Molti studi hanno associato l’abbassamento dei livelli di testosterone negli uomini con la diminuzione dell’attività sessuale, della massa magra, della diminuzione della forza muscolare, dell’osteoporosi e la perdita di attività cerebrale. Uomini con livelli bassi di testosterone hanno resistenza insulinica, pressione alta e una quantità notevole di grasso in eccesso; tutti questi fattori rendono questi uomini predisposti alla sindrome metabolica e ad una morte prematura dovuta a problemi cardiovascolari o diabete.

La maggior parte dei dottori sono riluttanti a prescrivere una terapia a base di testosterone perché credono alla leggenda secondo la quale molti uomini hanno dei piccoli cancri alla prostata che possono essere attivati da questa terapia a base di testosterone. Anche la maggior parte delle persone avessero dei piccoli cancri nella prostata ad 80 anni, molti muoiono per altre cause. I piccoli cancri sono localizzati e non si evolvono nel tempo. E se fosse vero che il testosterone causasse il cancro alla prostata, allora tutti gli uomini a 80 anni morirebbero a causa di questa malattia, visto che sono stati esposti al testosterone per 8 decadi.

Gli uomini spesso cercano altri metodi per innalzare i loro livelli di testosterone. Molti studi mostrano che coloro che fanno regolarmente attività fisica hanno una produzione di testosterone più elevata rispetto ai sedentari. Ovviamente per attività fisica si intende un allenamento coi pesi.

L’attività aerobica tende ad abbassare i livelli di testosterone nell’uomo, specialmente quando viene accompagnata da una dieta povera di grassi. Alcuni studi suggeriscono anche che la combinazione di aerobica e diete ipolipidiche sia un modo per prevenire il cancro alla prostata.

Uno studio pubblicato recentemente e durato un anno ha esaminato gli effetti dell’esercizio fisico sui livelli di ormoni in persone di mezza età e anziani. 102 uomini, con età compresa tra 40 e 75 anni, sono stati assegnati casualmente ad un gruppo di controllo che non eseguiva esercizio fisico e ad un altro gruppo che invece eseguiva attività aerobica per 60 minuti per 6 giorni a settimana.

Furono fatte molte misurazioni ormonali nel corso dell’anno, incluse quelle sul testosterone, estrogeni e diidrossitestosterone, un ormone che è emerso durante le misurazioni del test. Gli uomini che si stavano allenando avevano più DHT e globulina legante l’ormone sessuale rispetto ai sedentari. Le quantità di essi erano in relazione al livello atletico dei soggetti, e determinata da un aumento della quantità massima di ossigeno utilizzata. Lo studio non ha notato cambiamenti sui valori di testosterone in coloro che si allenavano; ciò è interessante visto che molti bodybuilder credono che l’aerobica sopprima il testosterone.

Anche se l’abbondanza di DHT è spesso collegata al cancro alla prostata, gli autori hanno citato degli studi che dicono esattamente l’opposto: sembra che il DHT offra protezione contro questa patologia. Essi sottolineano anche che gli estrogeni potrebbero essere più influenti sullo sviluppo del cancro alla prostata rispetto al DHT e questo perchè il DHT non può essere convertito in estrogeni, dunque avere più DHT è sicuramente meglio.

La globulina legante l’ormone sessuale è una proteina prodotta nel fegato che, come indicato prima, lega il testosterone attivo. Questo significa che il testosterone non sarà più disponibile per i recettori cellulari androgeni. Mentre i soggetti che si allenavano non hanno avuto cambiamenti sostanziali nei valori di testosterone o estrogeni,  producendo però più globulina legante l’ormone sessuale verrà inibito molto più testosterone rispetto ai soggetti che non si allenavano.

Questo studio suggerisce che gli anziani che iniziano a praticare allenamenti aerobici senza l’utilizzo di sovraccarichi andranno incontro a cambiamenti che ridurranno l’efficacia del testosterone nei loro corpi.

L’ideale sarebbe eseguire uno studio di un anno su persone anziane che si allenano con i pesi e comparare i risultati con lo studio precedente. Sono sicuro che otterrebbero valori di testosterone molto più alti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *